madainitaly
           o.n.l.u.s.
© Sito costruito da Piergiuseppe Landucci nel 2014
la grande ricchezza dell’umanità sta nella solidarietà adolfo pérez esquivel
la terra ha risorse sufficienti per i bisogni di tutti,  non per l’avidità di tutti mahatma gandhi
Territorio Il    Madagascar,    chiamato    «    Isola rossa   »   per   il   colore   della   sua   terra composta   da   laterite,   è   situato   nella regione   tropicale   dell’emisfero   sud, tra   i   11°   57’   e   i   25°   30’   di   latitudine sud   e   tra   i   43°   14’   e   i   50°   27’   di longitudine est. Situato    a    cavallo    del    Tropico    del Capricorno    e    trovandosi    nel    sud- ovest       dell’Oceano       Indiano,       il Madagascar   è   separato   dalla   costa sud-est    dell’Africa    dal    Canale    del Mozambico   largo   da   460   km   a   950 km. Con      i      suoi      587.051      kmq      di superficie,     il     Madagascar,     quarta isola      del            mondo      dopo      la Groenlandia,       dopo       la       Nuova Guinea,       dopo       il       Borneo,       è considerato          essere                    un subcontinente.   Il   Madagascar   -   più   grande   dell’Inghilterra   (253.000   kmq)   o   della   Francia   (549.000   kmq) o   della   Germania   (357.000   kmq)   o   dell’Italia,   quasi   il   doppio   (301.340   kmq   comprese   le   isole),    -    si    estende    con    una    lunghezza    di    1.600    km    tra    il    “    Tanjoma Vohimena”      (Capo   di   Saint   Marie)    al      sud   e   il   “   Tanjona   Bobaomby”      (Capo d’Ambre ) al nord,  con una sua massima larghezza di circa 570 km.  Il   Madagascar   ha   più   di   5.000   km   di   coste,   ad   ovest   bagnate   dal   Canale   di Mozambico ed ad est dall’Oceano Indiano.  Il Madagascar si è separato dall’Africa circa 150 milioni di anni fa. Per questa ragione, la maggior parte delle piante e degli animali scoperti sull’isola non esistono in nessun’altra parte del pianeta.  A causa della sua lontananza, il Madagascar venne colonizzato solo 2000 anni fa. La popolazione malgascia dell’isola discende da Indonesiani che attraversarono l’Oceano Indiano. Arabi e Africani giunsero in seguito e contribuirono enormemente alle usanze culturali uniche dell’isola. Dopo un periodo segnato dalla presenza dei pirati lungo la costa orientale, il Madagascar venne colonizzato dai francesi nel tardo diciannovesimo secolo. Il Madagascar conquistò l’indipendenza nel 1960 ed oggi è uno stato democratico. Circa il 75% delle specie animali del Madagascar sono endemiche, significa cioè che non vivono in nessun’altra parte del mondo. L’isola ospita animali curiosi, tra cui lemuri (un gruppo di primati), tenrec (simili ai porcospini), camaleonti dai colori sgargianti, fossa (dalle sembianze di piccoli puma) e una varietà di altre creature. Purtroppo, a causa della distruzione dell’habitat e della caccia, molti di questi animali esclusivi del Madagascar rischiano l’estinzione.